Agriturism in Tuscany - Italiano Agriturism in Tuscany - Italiano Agriturism in Tuscany - Italiano Agriturism in Tuscany - Italiano

Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

Il Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci è stato fondato nel 1988 in memoria del figlio dell'industriale Enrico Pecci, con il contributo dell'amministrazione comunale, di aziende, imprenditori e privati cittadini.

Costruito su progetto dell'architetto razionalista fiorentino Italo Gamberini, il complesso museale comprende le sale espositive, vari spazi per esposizioni collaterali, i laboratori didattici, il centro di informazione e documentazione (CID/arti visive) con la biblioteca specializzata in arte contemporanea, l'auditorium, la saletta conferenze, il bar, il teatro all'aperto, il giardino arricchito da importanti sculture e la sala espositiva della Collezione permanente.

Il Centro ha un'attività di respiro internazionale e offre un'ampia programmazione di mostre temporanee, attività didattiche, spettacoli ed eventi multimediali.
Ha ospitato mostre personali dei più importanti esponenti internazionali dell'arte contemporanea (Enzo Cucchi, Julian Schnabel, Mario Merz, Vito Acconci, Gilberto Zorio, Jan Fabre, Marco Bagnoli, Remo Salvadori, Costas Tsoclis , Mimmo Paladino e molti altri).
Ha selezionato e presentato giovani artisti italiani e stranieri.
Ha proposto le opere di Burri e Fontana e le ricerche di protagonisti storici dell'arte del XX secolo, come Joan Mirò, Gerhard Richter, Yves Klein.
Ha dato spazio ai diversi aspetti della ricerca artistica contemporanea, come le installazioni, la fotografia (Robert Mapplethorpe, Nobuyoshi Araki), la grande moda, il cinema e il costume.

Presso il Centro Pecci si svolgono corsi, conferenze, laboratori e attività formative e divulgative per adulti e bambini, oltre che spettacoli e concerti, in pieno accordo con la vocazione interdisciplinare e multifunzionale che caratterizza il Centro.

La Collezione Permanente del Museo Pecci è accolta in uno spazio aperto nel 1998.
Comprende opere dei maggiori artisti degli ultimi 30 anni che rappresentano una grande varieta' di stili e di tendenze artistiche.

Il CID/Arti Visive è la biblioteca del Centro specializzata in arte contemporanea che conta ad oggi circa 40000 volumi.

  • Viale della Repubblica, 277 - 59100 Prato

  • lun-ven 12,00 - 19,00;
    sab-dom e festivi 10,00 - 19,00.
    Chiuso il martedi

  • sito

indietro